Cupich: «Muslim Ban, un fine settimana oscuro per gli Stati Uniti»

Il testo della dura presa di posizione del cardinale arcivescovo di Chicago sugli effetti dell’Executive Order contro i rifugiati provenienti dai Paesi musulmani. «Un provvedimento contrario tanto ai valori cattolici quanto a quelli americani». E ricorda le parole di papa Francesco al Congresso: «La misura che usiamo per gli altri sarà la misura che il tempo userà per noi»
 

Padre Mussie, l’angelo dei barconi

Ha salvato la vita di migliaia di migranti soprattutto eritrei. E si batte per una migliore accoglienza in Europa. Padre Mussie Zerai martedì 24 gennaio ospite al Pime di Milano per la Giornata della Memoria 2017: «La comunità internazionale, l’Europa, l’Italia… tutti sanno bene quali sono le vere cause delle migrazioni. Ma per affrontarle devono pagare un prezzo»
 

Minori stranieri, invisibili e sfruttati

Ha assunto proporzioni importanti la presenza in Italia di minori stranieri non accompagnati. Nel 2016 ne sono sbarcati più di 25 mila: 6 mila risultano irreperibili. Molti finiscono nelle reti della criminalità e dello sfruttamento. L’appello di Papa Francesco per la Giornata mondiale del migrante e del rifugiato che si celebra domenica 15 gennaio
 

Calais: «Noi non li abbandoneremo»

Oggi in Francia è stato il giorno dello smantellamento della «giungla» di Calais, la più grande baraccopoli d’Europa, dove a due passi dalla Manica vivevano ottomila migranti. Che cosa ha significato davvero questo luogo? E che cosa ci lascia in eredità questa giornata? Dal sito del Secours Catholique, la Caritas francese, rilanciamo in una nostra traduzione questo racconto di Mariam Guerey, una delle operatrici che per un anno e mezzo hanno condiviso le giornate coi migranti a Calais
 

Tre anni di carcere per la denuncia sugli schiavi della frutta «made in Thailandia»

Il britannico Andy Hall aveva denunciato lo sfruttamento della manodopera nell’industria della lavorazione della frutta, in buona parte destinata all’esportazione verso l’Europa. La giustizia thailandese, dopo una denuncia del colosso locale National Fruit, l’ha condannato per diffamazione e reati informatici
 

Tagle: «La tratta di persone è espressione della cultura usa-e-getta»

«La tratta di esseri umani è un sintomo di relazioni interrotte tra di noi, l’ambiente, i nostri sistemi e reti sociali. È espressione della cultura usa-e-getta e dell’avidità». È quanto ha sostenuto il cardinale Luis Antonio Tagle, presidente di Caritas Internationalis, alla Conferenza sul traffico di esseri umani che si è tenuta dal 5 al 7 settembre ad Abuja, Nigeria
 
1 2 3