Covid-19, morte e speranza a San Paolo

Il Brasile ha registrato 4mila vittime lo scorso 6 aprile, con un bilancio totale di più di 335mila decessi per la pandemia. Tra le città più colpite c’è San Paolo dove le restrizioni del governo non bastano a contenere i contagi. Nonostante tutto questo non si ferma l’impegno dei missionari del Pime nelle periferie, mentre è stata somministrata la prima dose del vaccino cinese al 10% della popolazione
 

Il San Giuseppe con il volto dell’Amazzonia

In occasione dell’anno giuseppino dichiarato dalla Chiesa, l’artista brasiliano Manoel Nerys rappresenta il volto di san Giuseppe in un’icona che, riprendendo gli elementi dell’Amazzonia, ne ricorda il processo di assimilazione della fede cristiana da parte delle culture dei popoli nativi, messaggio chiave di Papa Francesco durante la celebrazione del Sinodo del 2019
 

Padre Raju, il dono dell’India ai poveri del Brasile

Il Covid-19 a San Paolo ha portato via anche padre Raju Vandanam Koppula, missionario indiano del Pime di appena 48 anni. In Brasile dal 2006 nella favela di Jardim Itajai era stato in prima linea nel portare gli aiuti del Fondo «Emergenza Coronavirus nel mondo» della Fondazione Pime ai più poveri colpiti dal lockdown. «È un progetto di speranza per gli ultimi tra gli ultimi», aveva raccontato in un nostro video
 
1 2 3 4 16