«Amoris Laetitia» e le armi nucleari

La dottrina della Chiesa oggi condanna ormai senza riserve «il possesso e la minaccia di usare le armi nucleari». Ma allora come dovrebbe comportarsi un cattolico che lavora in un settore legato a questi strumenti di morte? Sulla rivista «La Civiltà Cattolica» il teologo americano Drew Christiansen propone un termine di paragone interessante: il cammino di discernimento indicato per i divorziati risposati dall’esortazione apostolica di papa Francesco
 

Francesco andrà a Molfetta, Nomadelfia e Loppiano

Il 20 aprile – a 25 anni dalla morte – il Papa visiterà la città pugliese di cui fu vescovo don Tonino Bello e pregherà ad Alessano sulla sua tomba. Poi il 10 maggio la visita a Nomadelfia, nel nome di don Zeno Saltini, e a Loppiano, la cittadella fondata dal Movimento dei Focolari. Tre tappe unite dallo stesso filo rosso: il coraggio della pace
 

La Chiesa italiana, il Mediterraneo e l’audacia di La Pira

La Cei annuncia l’intenzione di convocare un «incontro di riflessione e di spiritualità» che vedrà insieme le Chiese che si affacciano sulle sponde del Mediterraneo. Punto di riferimento la «visione profetica di Giorgio La Pira, che era solito definire il Mediterraneo come una sorta di “grande lago di Tiberiade” che accomuna la “triplice famiglia di Abramo”»
 
1 2 3