Covid-19 in India, la catastrofe annunciata

In Occidente si fatica a comprendere quanto sta accadendo a New Delhi: la nuova ondata della pandemia sta assumendo proporzioni che sono quelle di un Paese da quasi 1,4 miliardi di abitanti. E da Mumbai si è estesa a tutto il subcontinente. Con ripercussioni anche internazionali per via del blocco delle esportazioni di vaccini per i Paesi del Sud del mondo, che dall’India avrebbero dovuto rifornirsi secondo il programma Covax
 

Kenya, i vescovi contro la chiusura dei campi profughi

Il governo del Kenya ha ordinato la chiusura dei campi profughi di Daadab e Kakuma che ospitano oltre 400mila rifugiati e richiedenti asilo dalla Somalia e dai Paesi vicini. La Conferenza episcopale invoca il principio di non respingimento in Paesi dove la violenza non è cessata. E chiede aiuti e più sicurezza
 

Filippine, la chiesa di Quiapo tra gli influencer

Negli ultimi due mesi con il ritorno della pandemia la parola “fede” è stata la più utilizzata dai filippini su Facebook. E la chiesa della devozione al Nazareno Nero – sbarcata online nel 2016 per permettere ai filippini all’estero di seguire la Messa e che conta 3.6 milioni di follower – durante le celebrazioni della Settimana Santa ha ottenuto circa 53 milioni di visualizzazioni
 

La Guinea Bissau piange il vescovo Zilli, missionario del Pime

Il Covid-19 ha portato via anche dom Pedro Zilli, missionario brasiliano di 66 anni, che nel 2001 Giovanni Paolo II aveva chiamato a diventare il primo vescovo di Bafatà, la seconda diocesi creata in Guinea Bissau. Vescovo di periferia, in una terra di primo annuncio cristiano. Un anno fa, insieme al vescovo di Bissau, aveva scritto all’Italia colpita dal Coronavirus: “Oggi tocca a noi sostenere voi, sarà dura ma ce la farete”
 

Europa e vaccini esportati, i conti non tornano

“L’Europa ha esportato 77 milioni di dosi di vaccini anti-Covid, più di quelle utilizzate entro i propri confini per la propria campagna vaccinale” è stato detto qualche giorno fa. Incrociando questi dati con gli altri disponibili, però, si intuisce che Bruxelles ha conteggiato tra le proprie esportazioni anche dosi di AstraZeneca fabbricate in India e in Corea del Sud e inviate nei Paesi a basso reddito attraverso il programma Covax. Quanti sono davvero i vaccini che dall’Europa hanno preso la strada del Sud del mondo?
 
1 2 3 4 7