India, con la pandemia famiglie sempre più indebitate

Rispetto al 2019 le famiglie indiane – che hanno fortemente risentito dell’impatto della pandemia sull’economia – sono ricorse maggiormente a presiti per le spese di sostentamento. Anche le spese sanitaria sono aumentate da una media di 1.900 rupie al mese prima della pandemia a 4.700 rupie in piena emergenza. Incontrando difficoltà ad ottenere presiti bancari, in molti hanno chiesto denaro alla famiglia o a fonti rischiose.
 

Giappone, la morte di una donna srilankese riapre la questione migrazioni

Ratnayake Liyanage Wishma Sandamali – 33enne immigrata srilankese – è deceduta lo scorso marzo dopo che le autorità hanno ignorato il suo malessere. La donna era in detenzione in attesa di essere espulsa dal Paese. L’episodio ha riaperto il dibattito interno sulla gestione degli stranieri che ha visto bocciare una revisione della legge sull’immigrazione che avrebbe peggiorato le condizioni di accoglienza di richiedenti asilo e rifugiati
 

C’è un vescovo a Hong Kong

Dopo due anni e mezzo papa Francesco ha nominato il gesuita Stephen Chow Sau-yan alla guida di una Chiesa in un momento particolarmente difficile per la dura repressione delle proteste anti-Pechino. Un pastore giovane che qualche tempo fa aveva detto: “Sono disposto a essere un ponte. Questa società non avrà futuro se qualcuno non sceglie di camminare nel mezzo e di fare da ponte”
 

Malaysia, un libro accentua i pregiudizi contro i cristiani

La comunità cristiana in Malaysia – che rappresenta il 9% della popolazione – è ben integrata. Ma a causare scompiglio è un libro che li accusa di essere cospiratori con lo scopo di indebolire il ruolo dell’islam nel Paese. Anche l’arcivescovo di Kuala Lumpur è accusato di propaganda antislamica
 

Nepal sulla scia dell’India: rischio pandemia fuori controllo

Il Nepal – che ha registrato un’impennata nei contagi da Covid-19 a causa di provvedimenti tardivi e pellegrinaggi in India per i festeggiamenti religiosi indù – ha imposto un lockdown generale lo scorso 29 aprile. Attualmente i casi positivi sono 10.000 e quasi 400mila quelli totali. A preoccupare è la possibilità che la situazione vada fuori controllo
 
1 2 3 4 5 6 102