Rana Plaza cinque anni dopo

Sono passati cinque anni dalla tragedia nell’industria tessile del Bangladesh che produceva per i grandi marchi occidentali. Da allora una campagna internazionale per la sicurezza sul lavoro ha portato a passi avanti importanti. Ma restano ancora  grandi marchi che non hanno aderito
 

Quando la presidente Casellati sfilò al Pime (per la moda etica)

Maria Elisabetta Alberti Casellati – eletta qualche giorno fa alla guida del Senato italiano – nel 2007 al Pime di Milano sfilò insieme ad altre parlamentari nell’ambito di una campagna per l’equità nelle condizioni di lavoro nell’industria tessile nel Sud del mondo. Un impegno che ci permettiamo di ricordarle oggi, perché – come recitava l’appello che sottoscrisse in quell’occasione – merita di essere portato di nuovo all’attenzione dei presidenti di Camera e Senato…
 

Pesca: entra in vigore la Convenzione che tutela il lavoro

In occasione della Giornata mondiale della pesca – che si celebra oggi – la Lituania ha ratificato la convenzione del 2007 dell’Organizzazione Mondiale del Lavoro sulla tutela dei lavoratori, che può così finalmente entrare in vigore. In un settore cruciale per l’alimentazione globale, ma anche molto esposto oggi a schiavismo e altre forme di sfruttamento
 

Tre anni di carcere per la denuncia sugli schiavi della frutta «made in Thailandia»

Il britannico Andy Hall aveva denunciato lo sfruttamento della manodopera nell’industria della lavorazione della frutta, in buona parte destinata all’esportazione verso l’Europa. La giustizia thailandese, dopo una denuncia del colosso locale National Fruit, l’ha condannato per diffamazione e reati informatici
 

L’imprenditore italiano in Bangladesh: «Che cosa posso fare qui?»

Conosceva bene molte delle vittime della strage Giuseppe Berto, imprenditore padovano da quasi vent’anni in Bangladesh, amico di tanti missionari. Per «Mondo e Missione» nel 2009 aveva scritto una testimonianza che – riletta oggi – può aiutare ad andare oltre certe semplificazioni sugli imprenditori tessili occidentali che producono in Bangladesh
 

Expo Village: scommessa vinta per il Pime

Tra gli aspetti più positivi dell’Esposizione Universale c’è anche l’opera svolta dietro le quinte dall’Ufficio Educazione alla Mondialità, che – nella struttura che ha accolto i delegati dei Paesi presenti – ha creato opportunità di lavoro per un gruppo di disoccupati e un’esperienza importante di volontariato per 250 giovani delle scuole superiori della Provincia di Milano