Jolo, subito sangue sul Bangsamoro

La strage di oggi alle cattedrale giunge a due giorni dalla proclamazione ufficiale del risultato del referendum sulla regione autonoma del sud delle Filippine, a maggioranza musulmana, che doveva porre fine a un lungo conflitto. Padre Mollick, missionario del Pime a Zamboanga: «Preghiamo per la giustizia e una pace duratura nella quale la gente possa vivere nell’armonia e nel rispetto delle diversità»
 

Marawi, gli sfollati e l’ora della verità per Mindanao

REPORTAGE DA MINDANAO
Viaggio nella città dove dal 23 maggio l’esercito filippino combatte i gruppi legati allo Stato islamico che sognavano di farne la loro capitale nel sud-est asiatico. Una crisi specchio delle troppe contraddizioni di Mindanao. Ma dove si incontrano anche tanti “operatori di pace” che sul campo lavorano sull’emergenza aiutando a stemperare le tensioni
 

Rolando e le Filippine: che cosa li lega davvero

Chi è Rolando Del Torchio, l’ex missionario rapito ieri a Mindanao? E che cosa lo ha spinto a tornare a Dipolog dopo aver lasciato il Pime? Vogliamo proporre una sua riflessione che – quando era ancora sacerdote – aveva scritto nel 1999 per il blog dei missionari del Pime nelle Filippine. Crediamo che racconti bene chi sia lui, quanto forte sia il legame con il Paese in cui aveva scelto di vivere e – nella parte finale – esprima bene anche l’augurio di tutti noi rispetto a questo nuovo rapimento a Mindanao.
 

Quei morti nella Giornata del creato a Mindanao

Il 1° settembre a Mindanao – nel giorno in cui la Chiesa celebrava la Giornata del creato – il direttore di una scuola agricola e altri due tribali crivellati sono stati uccisi perché «colpevoli» di difendere le proprie terre minacciate. La stessa sorte capitata a padre Fausto Tentorio (e a tanti altri ancora in questi anni)